Impostare le modalità della fotocamera digitale in base alla scena (parte 1)

Avere una buona comprensione delle modalità della fotocamera digitale è essenziale per imparare a controllare l’esposizione. Si dovrebbe sapere ciò che ogni modalità può offrire, quando deve essere utilizzata e in quali circostanze. I parametri controllati dalle modalità sono: la velocità dell’otturatore, l’apertura e gli ISO. Mentre alcune modalità automatizzano completamente l’esposizione della fotocamera, ci sono altre modalità che ci consentono di controllare manualmente alcuni o tutti i parametri di esposizione. Oggi, la maggior parte delle fotocamere digitali hanno diversi tipi di modalità che possono essere utilizzate in diverse situazioni. Mentre la maggior parte si concentrano sulle modalità automatiche per ragioni di semplicità, macchine fotografiche più avanzate dispongono di modalità che consentono il controllo sia automatico che manuale dell’esposizione.

Tipi di modalità della fotocamera

Ecco i quattro tipi principali di modalità che si possono trovare nella maggior parte delle fotocamere digitali di oggi:
  1. Programma (P)
  2. Priorità ai tempi (Tv) o (S)
  3. Priorità ai diaframmi (Av) o (A)
  4. Manuale (M)
modalità esposizione

1) Modalità Programma

Nella modalità “Program”, la fotocamera sceglie automaticamente l’apertura e la velocità dell’otturatore per voi, in base alla quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo. Questa è la modalità che si desidera utilizzare per i momenti “punta e scatta”, quando hai solo bisogno di scattare velocemente una foto. La fotocamera tenterà di trovare un equilibrio tra l’apertura e la velocità dell’otturatore, aumentando e diminuendo i due in base all’intensità della luce. Se si punta la fotocamera in una zona luminosa, l’apertura aumenterà automaticamente ad un numero più grande, mantenendo la velocità dell’otturatore ragionevolmente veloce. Puntando la fotocamera a una zona più scura diminuisce l’apertura di ad numero inferiore, al fine di mantenere una velocità dell’otturatore ragionevolmente veloce. Se non c’è abbastanza luce, l’apertura dell’obiettivo rimarrà al numero più basso (apertura massima), mentre la velocità dell’otturatore continuerà a diminuire fino a raggiungere l’esposizione corretta. Questa modalità non dà molto controllo su l’esposizione. C’è un modo per ignorare la velocità dell’otturatore definita dalla fotocamera, agendo sul selettore di controllo (su fotocamere Nikon è il quadrante sul retro della fotocamera). Se si ruota la manopola di controllo verso sinistra, la fotocamera riduce la velocità dell’otturatore e aumenta l’apertura. Se si ruota la manopola verso destra, la fotocamera aumenta la velocità dell’otturatore e diminuisce l’apertura. In sostanza, se si ha bisogno di ottenere un tempo di posa più veloce per congelare l’azione, si dovrebbe ruotare il selettore a destra, e se invece la necessità è quella di ottenere una grande profondità di campo, si dovrebbe ruotare il selettore verso sinistra.

2) Modalità Tv

In modalità “Priorità ai tempi”, la velocità dell’otturatore è impostata manualmente e la fotocamera sceglie automaticamente l’apertura giusta per voi, in base alla quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo. Questa modalità è destinata ad essere usata quando il movimento deve essere congelato o intenzionalmente mosso. Se c’è troppa luce, la fotocamera aumenta l’apertura dell’obiettivo per un numero più elevato, che riduce la quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo. Se non c’è abbastanza luce, la fotocamera diminuisce il diaframma ad un numero più basso, in modo che più luce passi attraverso l’obiettivo. Quindi, in modalità priorità otturatore, la velocità dell’otturatore rimane la stessa (quello che si imposta a), mentre l’apertura aumenta e diminuisce automaticamente, in base alla quantità di luce. Inoltre, non vi è alcun controllo su isolamento soggetto, perché si sta lasciando il controllo della telecamera la profondità di campo. freezed photo Lo svantaggio nell’utilizzare questa modalità è il rischio di ottenere un’immagine sovraesposta o sottoesposta. Perché? Perché se la quantità di luce ambiente non è sufficiente e ho impostato la velocità dell’otturatore su un numero molto alto, la mia esposizione sarà limitata alla apertura / velocità del mio obiettivo. Ad esempio, se l’apertura massima di mio obiettivo è f / 4,0, la fotocamera non sarà in grado di utilizzare un’apertura inferiore f / 4,0 e insieme alla velocità di scatto (veloce) che ho impostato manualmente. Il risultato sarà un’immagine sottoesposta.Oppure ancora peggio se impostato verranno utilizzati degli ISO troppo alti, provocando la distruzione dell’immagine. Allo stesso tempo, se uso un tempo di posa molto lento quando c’è molta luce, l’immagine risulterà sovraesposta. Nel prossimo articolo analizzeremo la modalità Av (priorità al diaframma) e quella manuale, inoltre daremo uno sguardo a come intervengono gli ISO nel riequilibrare l’esposizione.

Lascia un commento