Come pianificare e realizzare un lookbook per il tuo brand fashion

Brand e retailer utilizzano i lookbook come strumento per trasmettere il proprio concept ai loro potenziali clienti. E’ uno degli mezzi più potenti a disposizione per veicolare il mood della nuova collezione e trasformarlo in vendite.

Non si tratta solamente di fotografia di prodotto. Sicuramente anche le foto su sfondo bianco hanno la loro funzione, ma per parlare veramente con i propri clienti serve un contesto; in altre parole una modella/o con uno stile perfetto in una location da urlo.

Non importa se il budget del progetto è a tre o sei zeri, gli stessi principi si applicano a tutte le produzioni, grandi o piccole che siano. Andremo ad affrontare in questo articolo quali sono le sfide da superare ed i ragionamenti da applicare per ottenere una campagna di successo.

In questo post pareremo dei seguenti argomenti:

Perchè realizzare un lookbook

Il termine lookbook è molto ampio, praticamente si tratta di mettere insieme dei look con un certo stile, per aiutare i tuoi clienti a compiere la decisione di acquistarli. Molti clienti compreranno il look completo se gli è piaciuto, oppure possono essere ispirati ad acquistare un elemento che altrimenti non avrebbero avuto, perchè gli avete mostrato come è possibile indossarlo e abbinarlo.

E’ anche una chance per mostrare ai tuoi clienti la personalità del tuo brand ed elevare il tuo valore percepito, mostrando contenuto di alta qualità. Se hai del contenuto ispirazionale, questo può generare del marketing in maniera automatica, grazie ai social share, ai pin e alla viralità a cui può andare incontro.

Adesso esploriamo il processo di pianificazione e creazione del tuo lookbook che sarà un prodotto unico, di ispirazione e di valore. Può sembrare ostico, ma sarà più facile una volta rotto il processo e fatto uno step alla volta.

Pianificazione pre-shooting

Step 1: Budget

E’ sempre meglio preventivare il tuo budget in anticipo. Non puoi cominciare a pianificare con il concept dei tuo i sogni, per poi realizzare che non puoi permetterti di trasformarlo in realtà.

E’ difficile dare dei costi specifici, perchè le tariffe e le condizioni al contorno possono essere molto variabili, ma è possibile tirar fuori dei numeri approssimativi per diversi tipi di shooting:

  • Shooting in loco o in studio ( 1 giorno di shooting, 1 modella, fotografo, stylist, makeup) = €3000 – €8000
  • Shooting viaggio locale ( 1 giorno shooting, 1 modella, fotografo, stylist, makeup) = €6000 – 10000€
  • Shooting internazionale ( 1 giorno shooting, 1 modella, fotografo, stylist, vitto, alloggio, trasporto) = €12000 – €18000

I costi possono variare molto anche per città e paese perchè tariffe di noleggio di studio o di trasporto o delle attuali competenze possono cambiare drasticamente. Quindi questi numeri vanno presi per spanne, non vogliono rappresentare una riferimento assoluto.

Step 2: Direzione creativa

Adesso che sai quanto budget puoi investire nel tuo lookbook, puoi iniziare a fare del brainstorming per quanto riguarda la direzione creativa. Una moodboard può essere un buon punto da cui iniziare.

Realizza il tuo lookbook con me

La moodboard pulò essere realizzata collezionando fisicamente ritagli da cataloghi e magazine, oppure in maniera digitale, per esempio utilizzando strumenti come Pinterest. Per qualsiasi strada opterai è sempre bene ricondurla alla fine in un formato digitale, per poterla condividere facilmente con gli altri membri del tuo team.

Per esempio, questa rappresenta una mood creata per un cocept swimwear:

ispirazione per mood, location, dettagli

E’ importante tenere a mente i prodotti che andrai a fotografare mentre raccogli ritagli e spunti per la mood, per essere sicuri di non disconnettersi da quello che è i concept della tua collezione. Per esempio potresti iniziare a pianificare uno shooting realizzato in una casa moderna, per poi renderti conto che la tua collezione rappresenta un look più bohémienne.

Dopo aver costituito la tua moodboard è ora di pensare a dove realizzare il tuo lookbook, ovvero se in uno studio, in esterna, oppure in una location particolare.

Ci sono vantaggi e svantaggi di ogni approccio, legati a costi, comodità e mood da realizzare.

Step 3: Booking

Contattare le persone giuste per il lavoro è importante quanto avere un buon prodotto da presentare, più importante che disporre di una location grandiosa. Talenti di qualità realizzano foto di qualità. Se disponi di persone con talento, potranno trasformare una location mediocre in un posto fantastico.

Questo non significa che la location non sia importante, perchè sicuramente può elevare il livello del lavoro. Quando disponi di entrambi: talenti e location allora il tuo lavoro diventerà ispirazionale!

Per uno shooting di un lookbook, dovrai disporre delle seguenti figure:

  • Fotografo: non puoi creare dell’arte senza un artista eccezionale. Scegli un fotografo con talento ed esperienza, che sappia riflettere l’estetica del tuo brand-
  • Modella/o: scegli sempre una modella o un modello professionista, per fare questo lavoro non basta avere un bell’aspetto. Se non disponi di un modello professionista, tutto il lavoro potrebbe risentirne. Ti troverai con decine di foto con difficoltà a sceglierne qualcuna, perchè manca la posa o l’espressione giusta.
  • Stylist: in dipendenza di quello di cui hai bisogno, una stylist può rappresentare un membro di alto valore nel tuo team. Potrà aiutare ad abbinare i look, trovare degli accessori adatti, rendere i prodotti perfetti e pronti per essere fotografati, assistere con una direzione creativa consistente con il mood
  • Makeup artist, Hair Stylist: Indispensabili per realizzare trucco e parrucco per i modelli
  • Rappresentate del brand (Tu): se hai un budget ristretto puoi ricoprire tu stesso quel ruolo, che normalmente corrisponde a quello di art o creative director.
  • Produttore (opzionale): un produttore si occupa delle operazioni strategiche e organizzative dello shooting, come trasporti, call sheets, vitto e alloggio, etc.
  • Location: se lavorerai in studio è necessario prenotare lo spazio con anticipo, oppure fittare la location adatta per lo shooting. Se invece si lavora all’esterno informati se c’è bisogno di permessi particolari per scattare.
  • Set designer (opzionale): se in studio c’è bisogno di creare allestimenti particolari puoi considerare la possibilità di utilizzare l’esperienza di un set designer per realizzarli

Step 4: Shot list

E’ importante realizzare una shot list, ovvero una lista dei look che si andranno a fotografare, con un minimo di descrizione che indichi la direzione creativa per ogni prodotto (es: evidenziare la trama del tessuto).

Anche se non hai esattamente tutti i look sottomano è importante avvicinarsi più possibile a quello che sarà il lavoro, delineando realisticamente quanti look vorrai scattare durante la giornata, in maniera tale da dare il tempo al team per organizzare il lavoro e dettare le tempistiche. In questo caso la stylist può aiutare a creare i look e dettare la direzione artistica del lavoro.

Realizza il tuo lookbook con me

Cerca di essere realistico su quanti look potrai scattare durante la giornata. Se lavori in studio il cambio di outfit potrà essere più rapido, invece in esterna i tempi sicuramente si allungheranno. Di solito c’è sempre una forbice tra qualità del lavoro e numero di look da fotografare, perchè si disporranno di meno take per trovare lo scatto giusto.

Shooting

Dopo un’attenta pianificazione e recruiting del team finalmente il grande giorno è arrivato! Se hai compiuto tutti i passi in maniera corretta e disponi delle persone giuste avrai tutto il necessario per realizzare un ottimo lavoro. Ecco alcune cose da tenere a mente:

  • Cerca di essere tra i primi ad arrivare. Avrai a disposizione del tempo con il fotografo per fare il punto della situazione sul progetto. Preparati a dover risolvere degli inconvenienti inaspettati
  • Disponi dei prodotti che dovranno essere fotografati. ( A meno che non lasci al produttore questa incombenza).
  • Porta la moodboard e la shot list. E’ importante aggiornare e mettere delle note sul documento nel caso le condizioni cambino all’ultimo monento.
  • Non dimenticare gli snack. Il team avrà bisogno di rifocillarsi di tanto in tanto.
  • Attieniti alla lista e tieni il conto dei cambi di look e relative tempistiche durante la giornata. I primi look di solito sono i più lenti, ma una volta partiti il lavoro diventerà man mano più fluido.
  • Porta della musica. Cerca di mantenere sempre alto il morale con un buon livello di energia.

Utilizzo delle foto

Adesso hai finalmente delle foto pronte ed editate. Cosa fare adesso? Qualsiasi sia l’utilizzo che avevi pianificato, non sprecare l’occasione e utilizzale al meglio!

Cerca di mettere insieme i migliori scatti, se qualche foto sembra uscire dal coro, mettila da parte per il momento, oppure non utilizzarla insieme alle altre.

Utilizza le foto sui tuoi diversi canali fino a quando saranno rilevanti per la stagione in corso e secondo i diritti di utilizzo che hai concordato con il fotografo. Cerca di chiarire bene questo punto, perchè in base al preventivo che avrai firmato potrai pubblicare o meno le foto su tutti o alcuni canali pubblicitari.

Qualsiasi sia la maniera in cui hai deciso di condividere il tuo lookbook (social, sito web, banner, e-commerce) cerca di essere sicuro di:

  • Rendere le tue foto “acquistabili”, ovvero metti in luce il prodotto che stai vendendo e rendi facile la connessione visualizzazione prodotto -> acquisto
  • Allinea il timing di pubblicazione tra i diversi canali che stai utilizzando per promuovere il lookbook, per dare una visione coerente del tuo brand

E’ tutto! Usa le foto, crea una identità del brand e promuovila al meglio. Con una campagna pubblicitaria strategica vedrai la differenza che avranno delle foto professionali nel tuo lookbook, che aiuteranno a definire te come brand e a identificare il tipo di clienti a cui vuoi rivolgerti!

Realizza il tuo lookbook con me